Fragole da appartamento

Queste giornate di stop totale stanno risvegliando in me una voglia nuova, di sperimentare, di toccare, di creare.

Al di là del grosso problema che ci circonda (ne parlerò) la vita in casa mi sta insegnando a vivere il mio tempo. È bello sapere di avere tempo quando solitamente non c’è mai tempo di fare niente! Tempo ovviamente condiviso con le mie bimbe perché è diverso, molto diverso se hai i bimbi a casa.

I bimbi sono dei vulcani di energia e ti tocca inventare attività nuove continuamente, in base all’età del bambino, che nel mio caso si aggira attorno a mezz’ora al massimo. È un bel lavoro!

Oggi per esempio abbiamo fatto il pane e poi visto che fuori c’era il sole siamo uscite in giardino per giocare e abbiamo fatto giardinaggio.

Abbiamo fatto le bolle e abbiamo fatto su e giù dallo scivolo. Abbiamo giocato a basket con papà e abbiamo fatto merenda sulla coperta.

Successivamente abbiamo piantato il basilico così tra qualche settimana potremo fare il pesto in casa.

E poi? Questa mattina ho visto in frigo alcune fragole bruttine e da lì l’idea: piantiamo le fragole! Ma come si fa?

1. Armiamoci di vaso e terriccio

2. Con un coltello tagliamo accuratamente la parte esterna della fragola, come se la sbucciassimo: ci serviranno i semini.

3. Adagiamo le striscioline appena tagliate nel vaso precedentemente preparato

4. Copriamo con uno strato sottile di terriccio

5. Bagnamo bene con acqua

6. Aspettiamo che crescano le nostre fragole!

La cosa bella di questa attività è che ora ogni giorno dovremo uscire in giardino per dare da bere alle fragole, impareremo l’attesa e la cura. E vedremo la nostra piantina spuntare e crescere, e se siamo fortunate raccoglieremo i frutti del nostro lavoro.

Vi piace l’idea?