Ultima settimana a casa… La fine della mia maternità

Eccomi arrivata alla fine….questa che volge ormai a termine è ufficialmente l’ultima settimana della mia “maternità“. Una maternità questa di Elisa passata in un lampo, passata purtroppo a lavorare più di quanto avessi desiderato col cuore di mamma ma passata piuttosto bene se la guardo – oggettivamente – con gli occhi di lavoratrice. Sono stati mesi intensi, difficili. La routine con un nuovo figlio viene ribaltata, e se nel frattempo ti tocca continuare a lavorare si scatena il caos totale.

Lavorare in ogni condizione!

Ma quanto è difficile dover sempre scegliere? Da mamma vorrei dedicare tempo prezioso alle mie figlie, invece da professionista vorrei poter dedicare più tempo alla mia attività per poter crescere e svilupparla al meglio…. E quindi mi sento in colpa sempre. Ormai vivo così, sempre sulle montagne russe dei sensi di colpa….

Da lunedì prossimo sarà papà che si occuperà della nuova arrivata, e io farò la scheggia impazzita avanti e indietro, tra casa e lavoro, perché voglio proseguire con l’allattamento. Ho preso in considerazione di usare il tiralatte già con la mia prima figlia ma considerando i tempi biblici che mi occorrono per togliermi il latte (non ho mai imparato bene evidentemente….) ho ritenuto più opportuno, visto che i tempi sono pressappoco gli stessi, fare un viaggio in più e tornare a casa per allattare personalmente la mia nanetta. Ne vale sicuramente la pena!

Sarà difficile, sarà stressante. E sarà straziante soprattutto i primi giorni. Perché dopo aver vissuto cinque mesi in simbiosi con la cucciola è giunto il momento e ci staccheremo. Anche se sarà solo per qualche ora ma dovremo tagliare il cordone…. Il rientro a casa però sarà speciale perché ad accogliermi ci sarà papà con lei ed il suo meraviglioso sorriso sdentix! La riabbraccerò e sarà come se non fossi mai andata via.

Sono felice perché anche con Elisa starà a casa il suo papà per prendersi cura di lei, usufruendo della maternità facoltativa. E chi mi può sostituire meglio di lui? È molto difficile per lui ma è impagabile il tempo che passerà con le sue figlie. Ha fatto lo stesso con Giulia, restando a casa per 4 mesi prendendosi cura di lei…che poi passa tutto talmente in fretta, cosa mai sono una manciata di mesi!

Papà Andrea ha imparato a fare tutto e oggi posso essere orgogliosa di dire che nonostante la mamma sia sempre la mamma, noi siamo assolutamente interscambiabili. Se non ci sono io papà è in grado di fare tutto. Non lo farà a modo mio, e accettare questo dato di fatto, soprattutto all’inizio, è dura…. avrà il suo metodo…. ma lo fa. Ed è bravissimo.

Nel frattempo io mi godo questi ultimi giorni di dolce delirio ♥️