BabyLoss

Ieri 15 ottobre è stata la giornata mondiale della consapevolezza del lutto perinatale.
Sono tantissimi gli aborti che avvengono molto precocemente, spesso anche prima che la donna si renda conto di essere incinta. La percentuale è altissima, pensate che dal 10 al 25 per cento delle gravidanze termina con un aborto spontaneo. Ciò significa circa 2 donne su 10!

La maggior parte degli aborti spontanei come dicevo si verifica precocemente, entro le prime 13 settimane di gravidanza. La gravidanza è senza dubbio uno dei momenti più emozionanti della vita di una donna ma, data la frequenza di fine prematura, è bene essere consapevoli che questa possibilità è molto più probabile di quanto si pensi.
Molti pensano che “al giorno d’oggi” una cosa del genere sia ormai impossibile, anche io lo pensavo sino a quando non ho dovuto fare i conti con la realtà.
La maggior parte delle volte non c’è una motivazione particolare, e la cosa ferisce forse ancora di più, perché al senso di vuoto e dolore, si aggiunge l’incapacità di comprendere come farsene una ragione. Ti senti sbagliata, continui a domandarti perchè sia successo proprio a te.
Il dolore della morte non passa, c’è bisogno di tempo per elaborare il lutto… ma non vergognatevi e non nascondetevi da nessuno. Sì, ho scritto morte perchè per le mamme di questi bambini mai nati i loro angeli saranno sempre degli esseri viventi che a un certo punto sono scomparsi ed è per questo che l’aborto è un lutto a tutti gli effetti e come tale va trattato e soprattutto rispettato.
Quindi, se vicino a voi una mamma ha subìto un’interruzione di gravidanza, spontanea o meno, approcciatevi a lei come ad una donna che ha subìto un lutto. merita comprensione e sostegno, e non frasi stupide di circostanza tipo “meglio prima che dopo” oppure “sei giovane, ne farai un altro”.

Ancora oggi, nonostante le mie figlie arcobaleno mi riempiano la vita, la casa e le giornate ogni tanto mi trovo comunque a pensare al mio bimbo mai nato e mi chiedo come sarebbe stato. E ogni volta che trovo una piuma in casa o su di me mi piace pensare che sia una piuma delle sue ali che mi vuole accarezzare.

Dal web…..
“Un giorno continuerò ad essere. Ma dovrai essere molto attento per vedermi. Sarò un fiore o una foglia, sarò una farfalla o una piuma, sarò un profumo inaspettato o un cuore, sarò in quelle forme e ti manderò un saluto. Se sarai abbastanza consapevole, mi riconoscerai e potrai sorridermi… ne sarò molto felice.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...