La mia prima trasferta

Eccoci ci siamo.
È ora di tagliare il cordone ombelicale.

Da quando è nata Giulia non ho mai fatto più di 10 ore senza di lei. Tra due giorni parto alla volta di Venezia per partecipare ad un convegno della durata di ben 3 giorni. Mi manca già il fiato, come farò senza la mia nanetta????


All’inizio ero entusiasta all’idea di fare finalmente tre giorni da sola ma ora che ormai ci siamo sono in ansia. Sarà durissima.
Questa mattina quando mi sono svegliata e sono andata a prendere Giulia per portarmela nel letto l’ho abbracciata forte e ho realizzato che mi mancherà tantissimo.
È proprio vero che tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare.


Che poi se ci penso deve essere anche bello perché finalmente riuscirò a fare pipi tranquilla riuscirò a fare una doccia con calma riuscirò a stendermi bene la crema sul viso riuscirò persino a dormire senza risvegli notturni. Maccheccazzo!


Sto frignando mentre preparo i vari abbinamenti di vestiti….. in questo papà Andrea è negato…

…Accetto consigli su come sopravvivere senza sensi di colpa! Lasciami un commento

Have a nice day 😉

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...